Estate 2016: dove andare in vacanza ?

Estate 2016: vacanze inTasmania
Vacanze estive 2016: la Tasmania

L’estate è ancora lontana, ma sono già molti coloro che a dispetto delle temperature rigide di questi giorni, stanno “correndo” con la mente a quelle che saranno le location che li ospiterà la prossima estate 2016: ma dove andare in vacanza?

A dispetto dei mesi che ci separano di fatto, infatti dalla prossima estate, nulla vieta di immaginare quella che sarà la meta che ci accoglierà, specie poi se pregusta una vacanza fuori dal comune, all’insegna dell’avventura in mezzo alla natura, pur però senza rinunciare ai comfort; ma in tal caso, dove andare in vacanza nell’estate 2016?

Ecco allora giusto a proposito, 10 mete ai confini del mondo, ove passeggiare nella lava, dormire sotto le stelle in tende-resort e galoppare sulla spiaggia di un’isola privata, respirando un senso di avventura e di libertà, tra le rotte tracciate dalla famosa giornalista e scrittrice Debbie Pappyn, in collaborazione con il fotografo David De Vleeschauwer, nel famosissimo ”Atlante degli alberghi remoti”, edito da Rizzoli, con tanto di indicazione sulle migliori soluzioni ove soggiornare.

Partiamo quindi con l’Islanda, sul mare, nella penisola di Snaefellsnes, ove praticamente accanto ad una vera e propria distesa di lava, si trova l’Hotel Budir, con le sue 38 camere, immerso in un paesaggio lunare, tra oceano e ghiacciai, ove in inverno è possibile ammirare l’aurora boreale, mentre in estate, avvistare le balene.

Ed ecco poi il Cile, con il Parco Nazionale Torres del Paine, in Patagonia, ove nell’immensa pampa a ridosso della Sierra Contreras, ecco, isolata dal resto del mondo, l’Estancia Cerro Guido, ove il tempo si fermato a fine Ottocento, quando era uno degli allevamenti di ovini più noto, ed ove oggi è possibile ammirare la stessa struttura, cavalcare nella pianura, assistere alla marchiatura delle pecore e gustare la “parrilla”, il tipico barbecue sudamericano.

Meta imperdibile è poi l’Isola di Pasqua, più remota del mondo, che vanta ben 26.000 siti archeologici, ed ove a soli 15 minuti da Hanga Roa, tra prati e mare, c’è la Posada De Mike Rapu, che propone grande lusso e pasti gourmet. Una meta ove fare escursioni in jeep o a piedi, alla cava ove furono scolpiti i Moai, oppure alla baia di Tongariki, al lago verde, o al centro del cratere Rano Raraku, ove si abbeverano i cavalli selvaggi, ed ove surfare sulle onde, di fronte a spiagge di bianca sabbia corallina.

Ed ecco il Bhutan, noto anche come la Terra del Drago, tra i luoghi più inaccessibili del pianeta, ove soggiornare nel Resort di lusso “Amankora”, che tradotto sta per “Pellegrinaggio di pace“, ove visitare 5 lodge, tra cui, il più affascinante è forse quello di Punakha, coi suoi eleganti arredi minimalisti, suite sfarzose, ed una spa, da raggiungere attraversando a piedi un ponte sospeso sul fiume. Da vedere qui: l’omonimo monastero, le ipnotiche danze dei monaci e fare una seduta di meditazione.

La Cina, con la regione montuosa di Shangri-la, ai confini con Burma e Tibet, è forse l’ultimo paradiso perduto, ove soggiornare isolati, presso il Songtsam Lodges, ove ogni ospite, può godere di un proprio stile. Doverosa qui una visita ai vari monasteri buddisti ed ai piccoli villaggi, ove sopravvivono i mestieri tradizionali.

Ed ecco quindi tra i luoghi dove andare in vacanza nell’estate 2016, la Nuova Zelanda, un parco privato di oltre 2000 ettari, sulla costa settentrionale, ove soggiornare a Cape Kidnappers, che propone 26 ricoveri, tra suite e camere, ove godere di un trattamento da vip, ed ove giocare in uno dei campi da golf più belli del pianeta, con vista spettacolare sulle scogliere e l’oceano.

Non poteva mancare poi la Tasmania, ove lontano da tutto e tutti, immerso nella natura ecco il

, con le sue ben 20 suite, ognuna con tanto di piscina privata, spa e grandi vetrate con tanto di panorama mozzafiato. E per gli appassionati di sport ed emozioni, non mancano avventure in kayak, percorsi in mountain bike, uscite in kitesurf, pesca e golf. Imperdibili qui le gite a bordo dei lussuosi motoscafi, incontrando delfini, foche e balene.

Ecco poi l’isola privata di Ratua di Vanuatu, in Oceania, coi suoi 60 ettari nel Pacifico, ove soggiornare in una delle 14 suite, vere e proprie villette, lontane l’una dall’altra per motivi di privacy, ove durante il giorno partecipare a snorkeling e pesca di pesci spada, marlin e pesci vela, ma anche rilassarsi nella spa, ammirare l’oceano, galoppare sulla spiaggia, esplorare le paludi di mangrovie, ed assistere alla cerimonia della “kava“, bevendo insieme, a suggellare l’amicizia.

Namibia, con la riserva naturale, protetta di Namibrand, coi suoi 200.000 ettari di deserto, tra dune costellate dai misteriosi Cerchi delle fate, imponenti montagne e formazioni granitiche, vanta invece il campo privato Wolwedans, una villa di lusso con 2 camere ed una lounge, ove godere dei servizi di un maggiordomo e di uno chef. In una vacanza qui, bisogna assolutamente: cavalcare, guidare o camminare per ore, incontrando antilopi, zebre, giraffe ed animali selvaggi.

Infine ecco la Mongolia centrale, il Marocco e Botswana: 3 mete diverse, ove vivere l’esperienza di dormire in tenda, ma non una “semplice” tenda! Nel Campo di Yurte Jalman Meadows, ad esempio infatti, si vive all’insegna del basso impatto ambientale, con acqua calda ed elettricità, date da pannelli fotovoltaici. Qui sono imperdibili: escursioni a cavallo coi nomadi, seguire una carovana di yak, andare in canoa, pescare lungo il fiume Tuul e fare trekking.

Nel cuore del Sahara Marocchino invece, al Campo di Dune Dar Azawad, è possibile soggiornare in 4 tende bianche in mezzo alla sabbia rossa, tra tappeti berberi e comfort. Qui è doveroso: arrampicarsi sulle dune al sorgere del sole, salire su un cammello e partire in viaggio, scortati dai Tuareg. Infine nel deserto del Kalahari, il Jack’s Camp offre qualsiasi lusso e comfort, con arredi coloniali, ove rifugiarsi al buio, ascoltando i ruggiti dei leoni, ed ove conoscere i Boscimani, i fieri discendenti degli antichi cacciatori-raccoglitori, facendosi guidare nell’esplorazione delle roventi distese di sabbia.

E dopo questa selezione di location dove andare in vacanza nell’estate 2016, sulla scia dell’avventura e delle novità, tocca a voi, aspiranti viaggiatori della prossima estate, scegliere la meta e l’esperienza da vivere: buone vacanze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

12 + 19 =