Africa: Vacanze in Tanzania

La Tanzania, formalmente Repubblica Unita di Tanzania (Jamhuri ya Muungano wa Tanzania in swahili, United Republic of Tanzania in inglese) è uno stato dell’Africa orientale, a est è bagnata dall’ Oceano Indiano.

Nella Tanzania  si trova uno dei simboli  naturali dell’Africa: il Kilimangiaro, che con i suoi 5895 m costituisce la vetta più alta di tutta l ’Africa.

Ai piedi del monte si possono osservare distese caratteristiche di coltivazioni di caffè. Il territorio del paese è quasi totalmente montuoso, l’unica pianura è infatti quella dove scorre il fiume Riji, numerose sono quindi le possibilità di escursioni.

Cose da vedere e fare

Ar es Salaam è la città più importante della Tanzania.

Il ‘Porto della pace’ sorse come villaggio di pescatori, oggi questa città è una metropoli brulicante di attività e il luogo in cui i dhow arabi si confondono con le gigantesche navi che solcano gli oceani. L’atmosfera di questa città è accogliente, con un vago sentore di salmastro, un’inebriante mistura di culture diverse e, soprattutto, nessuno degli aspetti spiacevoli di Nairobi.

Il Museo Nazionale di Dar è situato nei pressi dei Giardini Botanici, in centro. Questo museo ospita alcune importanti collezioni archeologiche, tra cui spiccano i fossili di Zinjanthropus (Australopiteco dalla robusta mandibola).

Il Village Museum merita anch’esso una visita: si tratta di un villaggio con abitazioni autentiche, caratteristiche di varie regioni della Tanzania. Nel villaggio, durante il fine settimana, si può assistere a spettacoli di danze tradizionali.

La Oyster Bay è uno splendido tratto di costa tropicale dove si trova la spiaggia più vicina alla città.

Il  Kilimanjaro
Vulcano dalle forme quasi perfette che si staglia a picco sulle remote pianure nord-orientali della Tanzania, il Kilimanjaro offre uno dei panorami più grandiosi dell’Africa, è la vetta più alta del continente, si osserva una lussureggiante vegetazione della foresta pluviale e prati alpini.La foresta pluviale ospita molti animali, tra cui elefanti, bufali, rinoceronti, leopardi e scimmie e antilopi.

Salire in vetta e attendere il sorgere dell’alba, spaziando con la vista senza confini sulla savana, è un’ emozione indimenticabile.

Latopiano Makonde

Una regione veramente splendida ma chi intende raggiungerla dovrà mettere in preventivo alcuni cambi di autobus e vari pernottamenti lungo il tragitto, anche se i mezzi pubblici che servono questa zona sono numerosi.

Mikumi National Park

Il parco offre la possibilità di vedere leoni, zebre, ippopotami, giraffe, impala, volatili selvaggi e facoceri,Un luogo popolarissimo per i visitatori è Kikaboga Hippo Pool.

Ngoro ngoro

Si tratta della più imponente caldera vulcanica al mond, questo cratere è stato paragonato all’Arca di Noé e al Giardino dell’Edenil. Il cratere, profondo 600 m, è rifugio permanente per più di 30.000 animali ed è uno dei pochissimi luoghi d’Africa in cui è possibile osservare i cinque grandi d’Africa (leone, leopardo, rinoceronte, bufalo ed elefante ) nel corso di una mattinata o di un pomeriggio di safari.

La spettacolare foresta di Lerai è uno dei luoghi migliori per poter osservare i leopardi.

Ruaha National Park

Ruaha National Park è il secondo parco più esteso della Tanzania, situato nella Tanzania Centrale,  Ruaha protegge un largo fronte di territorio semi-arido ed aspro, caratteristico della Tanzania centrale. La sua sorgente di vita è rappresentata dal fiume Grande Ruaha, che scorre lungo i confini orientali, divenendo un torrente alluvionale nei periodi delle piogge, che si disperde in preziosi stagni circondati da sabbia fine e ghiaia.

Selous game reserve

Questo vasto e sperduto angolo di natura selvaggia è stato definito la più grande riserva faunistica del mondo,praticamente intatta, ospita  la più grande concentrazione del pianeta di elefanti, bufali, coccodrilli, ippopotami e licaoni, oltre a numerosi leoni, rinoceronti e antilopi e a migliaia di splendide specie di uccelli.

Serengeti

Il Serengeti è il parco più famoso della Tanzania, nelle sconfinate pianure del parco, quasi del tutto prive di alberi, vivono milioni di ungulati in costante movimento alla ricerca di pascoli, sotto lo sguardo rapace di ogni sorta di predatori.  Gli gnu svolgono un ruolo importante in questa strabiliante migrazione annuale, ma il Serengeti è famoso anche per i leoni, i ghepardi e le giraffe.

Un viaggio in Tanzania mostra come civiltà e natura si possano rispettare reciprocamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quattro × due =