Africa: Vacanze a Sharm el Sheikh

Sharm el-Sheikh è una rinomata località turistica egiziana posta nella parte meridionale della penisola del Sinai e bagnata dal Mar Rosso, protetta da maestose montagne,  gode tutto l’anno di un clima molto caldo;  nei mesi estivi le temperature raggiungono livelli elevatissimi,  il caldo è secco.

Circondata da un vasto ed arido deserto, si affaccia su uno dei mari tropicali più ricchi del mondo per varietà e concentrazione di vita marina.

Sharm el Sheik è la più nota delle destinazioni del Mar Rosso, la vita turistica di Sharm si divide tra le spiagge e i meravigliosi reef, la trasparenza dell’acqua è assoluta, si può osservare la barriera corallina che corre per tutto il Sinai con pareti di corallo che scendono a picco nelle profondità marine dando ospitalità a moltissime specie di pesci ed una flora marina di suggestiva bellezza. Il deserto dona a Sharm El Sheik scorci di incredibile fascino e bellezza: il deserto del Sinai con le sue montagne ed i suoi canyon rocciosi fa di Sharm un posto indimenticabile.

Cosa fare e vedere:

  • Ein Khudra è una delle oasi più spettacolari del Sinai, il nome significa Oasi Verde e descrive alla perfezione questo posto dove zampillanti sorgenti di acqua dolce nutrono giardini di palme da dattero in un deserto all’apparenza arido.
  • Canyon Colorato, è una delle meraviglie naturali del Sinai: una gola accessibile solo a piedi, animata da strani personaggi intagliati nelle rocce e modellati dal vento nel corso dei secoli, le pareti del canyon raggiungono i 40 metri.
  • Il Deserto Blu è un luogo ideale per campeggi, per arrampicate, fotografie o semplicemente per sentirsi lontani da tutto, stupefacente è la vernice blu che ricopre le rocce,  e la secca che si staglia contro il leggendario blu del cielo del Sinai.
    Massicce sculture di granito e massi dorati ricoprono la superficie del deserto, a fianco di bellissimi fiori rosa.
  • Ein Umm Ahmed è uno dei luoghi più interessanti del deserto del Sinai, il nome significa “sorgente della madre di Ahmed”. L’oasi si estende su una secca rigogliosa di vita: l’abbondanza di alberi da frutto, la sorgente, ricca d’acqua, è un sollievo sospirato per tutti i viaggiatori che giungono dal deserto.
  • Ein Kid è uno dei gioielli del Sinai, l’ acqua che scorre dall’oasi,  si unisce a quella di un sentiero fiancheggiato da enormi macigni di granito.
  • La Fortezza dell’ Isola del Faraone mostra un carattere medioevale e si possono osservare le torri, le stanze con passaggi ad arco, i bagni, le cucine.
  • L’oasi di Feiran è uno dei più antichi centri cristiani del Sinai, la tradizione tramanda che Mosé ed i suoi seguaci passassero per quest’oasi, la più grande del Sinai meridionale.
  • Nawamis, sono delle strutture preistoriche, tra le più antiche del mondo, alte tra i 2 e i 2.5 metri, con un diametro fra i 3 e i 6 metri.I Nawamis erano probabilmente antiche camere funerarie per i membri della stessa famiglia o clan.
  • Serabit El Khadim è uno dei più importanti siti archeologici del Sinai.
  • Il Monte Sinai, situato a sud del Monastero di Santa Caterina, riveste grande importanza religiosa per gli Ebrei, i Cristiani e i Musulmani.
  • Il Parco Nazionale di Ras Mohammed è una riserva naturale di mare e di terra dove si possono effettuare snorkelling e attività balneari. Le isole Tiran del e Sanafir fanno parte del parco.
  • L’Area Protetta di Nabq è una regione unica costituita da sistemi di wadi, dune di sabbia, pianure alluvionali e paludi d’acqua salata, sostiene una vita animale e vegetale molto diversificata.
  • L’Area Protetta di Abu Galum è costituita da spiagge di ciottoli, punteggiate di conchiglie e splendide barriere coralline che si interrompono bruscamente davanti alle pareti a strapiombo delle montagne.
  • Il Protettorato di Santa Caterina è un parco costituito da una collezione di piante selvatiche: delle 317 specie di flora che sono state registrate, 19 non si trovano in nessun altro luogo al mondo.
  • L’Area Protetta di Taba è un’enorme Area Protetta di Taba è costituita da una complessa rete di secche e canyon che attraversano le montagne sedimentarie e di granito del parco e dove l’erosione provocata dall’acqua e dal vento ha scolpito, nel corso dei millenni, affascinanti monumenti geologici.

Si possono praticare diversi sport, attività ed escursioni: immersioni, immersioni tecniche o per principianti,  snorkeling,  windsurf,  vela,  visita al parco marino di Ras Mohammed, uscita in barca all’isola di Tiran,  bagno al lago salato, salita al monte Sinai, tour al Cairo e molto altro ancora.

Sharm el Sheik offre una vacanza ideale per gli amanti del relax e della tintarella e per gli sportivi.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

15 − tre =