Anversa: la città belga dei diamanti

Anversa, la città belga dei diamanti è una tappa imperdibile in un viaggio in Belgio, per i monumenti ed i musei, che conservano opere dal valore inestimabile. Ma non solo !

Porto internazionale con un ricco passato commerciale, ove è ancora possibile avvistare imbarcazioni di ogni forma e dimensione, Anversa, la città belga dei diamanti è infatti una delle mete più ambite dai turisti di tutto il mondo!

Seconda città del Belgio, dopo la capitale Bruxelles, famosa per essere la patria di Rubens e per il binomio Anversa – diamanti, Anversa è una città d’arte ricca di suggestioni, che vanta stili architettonici diversi, tra palazzi neo rinascimentali ed art nouveau, chiese gotiche e strade medievali.

Visitabile a piedi, lungo un labirinto di strade tra le quali spicca il Grote Markt, la grande piazza con le antiche case delle corporazioni, simbolo del prestigio mercantile di Anversa, è possibile ammirare preziosi monumenti, chiese e musei, d’eredità fiamminga nell’area del porto, senza dimenticare la casa del maestro Rubens, la stazione d’inizio secolo, Antwerpen-Centraal, i mercati coi prodotti locali ed ovviamente di gustare una porzione di cozze e patatine fritte e waffle belgi.

Ma proprio per vivere al meglio una vacanza ad Anversa, ecco tutte le cose da vedere e fare, nella città belga dei diamanti:

  • ammirare i crocevia della città, ad iniziare dalla stazione, tra le più belle al mondo, a ancora, il Grote Markt, la piazza più importante di Anversa, coi suoi eleganti edifici, tra cui il Municipio, un palazzo del XV secolo in stile gotico-fiammingo e rinascimentale e la fontana di Brabo, del 1887, che ritrae il leggendario soldato romano che lancia la mano del gigante Antigono;
  • visitare i luoghi in onore del pittore Pieter Paul Rubens: le opere esposte in chiese e musei, la statua in suo onore nella Groenplaats, la Piazza Verde e La Rubenshuis, la casa di Rubens, la dimora museo ove il maestro visse con la famiglia e produsse le opere più famose;
  • scoprire il quartiere dei diamanti, il Diamondland, una sorta di gigante showroom, super sorvegliato con boutique e negozi di gioielli, ove è possibile ammirare anche alla lavorazione dei preziosi;
  • visitare gli edifici più importanti della città: la Cattedrale di Nostra Signora, in stile gotico, ricca di marmi e vetrate colorate, al cui interno sono custodite alcune tra le più belle opere di Rubens e di altri artisti fiamminghi; la Karbonkelhuis, la Casa di Diamante, un edificio in stile rinascimentale, dalla forma di diamante, e l’Hat Steen, un castello medievale costruito tra il 1200 e il 1225, che nei secoli fu dimora e prigione;Anversa: castello Hat Steen
  • visitare i musei della città: il Museo delle Belle Arti, ove sono conservate molte opere dei maestri fiamminghi del periodo tra il XIV ed il XX secolo; il Museo di Arte Contemporanea, il MUHKA, che ospita una collezione d’arte belga dal 1970 ad oggi ed il Museo Mayer van den Bergh, che ospita la collezione d’arte di Fritz Mayer van den Bergh;
  • scoprire il verde e gli animali: scoprire il parco Middelheim, una meravigliosa combinazione tra natura ed arte, con  un giardino ricco di sculture moderne e tradizionali; e visitare lo Zoo, il più antico parco faunistico del Belgio;
  • scoprire la Anversa “alla moda”: passeggiando per Meir, la strada per eccellenza dello shopping ad Aversa, con negozi e boutique esclusive, ove concedersi un pomeriggio di follie;
  • visitare a piedi o in bici il letto del fiume, lo St. Anna Tunnel, lungo 572 metri, che dagli anni Trenta del Novecento collega le sponde del fiume Schelda, a ca 31 metri sotto il letto del fiume;
  • degustare un bicchiere di jenever, un potente mix di alcol etilico, bacche di ginepro ed erbe, da De Vagant, al 21 di Reyndersstraat; un locale caratteristico, che offre una scelta illimitata di jenever, oltre alla possibilità di mangiare “un boccone”;
  • fare due passi a Zurenborg, un tranquillo quartiere residenziale fuori Anversa, ove ammirare alcuni tra i migliori esempi di architettura Art Nouveau della città, tra case dalle bellissime facciate con balconi in ferro battuto, vetrate istoriate e curiosi dettagli.

Insomma, proprio non mancano i motivi per visitare Anversa, per cui che sia un viaggio in famiglia, a “due” o con gli amici, la parola d’ordine è: partire!
Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciassette − sedici =