Basilea la città renana dei tre confini

Piccola città svizzera ma dal grande estro artistico, Basilea vanta almeno 10 cose imperdibili da vedere e fare in una vacanza, che non potranno fare a meno di affascinare il turista.

Voglia di evadere dalla quotidianità e di staccare la spina? Ecco allora Basilea la famosa città renana dei tre confini!

Con una cultura del “bello” a 360° ed una vocazione internazionale in tutte le sue proposte culturali ed enogastronomiche, Basilea offre infatti davvero molto al turista di turno, tra musei di alto livello, edifici dall’elegante architettura gotica, ristoranti sofisticati e boutique di gran classe. Ma non solo.

Affascinante ed attraente, dinamica e multitasking, piccola ma ottimamente organizzata, Basilea è infatti in grado di sorprendere il turista ad ogni suo angolo, svelandosi quale città a portata d’uomo, con un’anima tutta da scoprire.
Giunti quindi in aereo all’Euroaeroporto Basilea-Mulhouse-Friburgo, a 3 km da Basilea ed acquistato a meno di 10,00 € il biglietto giornaliero alla fermata dell’autobus, grazie a cui muoversi facilmente in città con qualsiasi mezzo, tra tram e bus, fino alle 5 del mattino, ecco dieci cose da vedere e fare in una vacanza a Basilea:

  1. sbizzarrirsi al mercato delle pulci di Petersplatzm, tra libri usati, abiti vintage e cianfrusaglie di vario genere e tipo, approfittando per trovare un ricordo per se e per i propri amici, di questa splendida vacanza;
  2. fare shopping da Globus, una sorta di Harrods per svizzeri, qualora si abbia il portafoglio “a fisarmonica”, oppure da Brockenstube, un negozio di seconda mano, specializzato in videogiochi usati e rari articoli di antiquariato;
  3. salpare con un tipico traghetto, che sfruttando la lenta corrente del fiume che divide Basilea, consente di navigare lungo tutta la città;
  4. salire sulla cattedrale di Basilea, dalla quale ammirare con lo sguardo, il corso serpeggiante del Reno, verso la Germania;
  5. assistere in febbraio all’imponente Basler Fasnacht, il famoso Carnevale di primavera, ed a metà giugno alla fiera Art Basel, imperdibile appuntamento per gli appassionati d’arte;
  6. scoprire il lato grintoso della città, tra i bar metropolitani del quartiere operaio di Kleinbasel;
  7. visitare i principali monumenti della città, tra i quali meritano nota: il Tinguely Museum, imperdibile con le sue sculture interattive; la cattedrale gotica ed il Municipio in Marktplatz;
  8. trascorrere una serata a L’Unique, in Gerbergässlein 20, un bar e ristorante, ove godere peraltro di un’ottima programmazione di musica live, oltre che della possibilità di ammirare opere d’arte e di acquistare capi d’abbigliamento e gadget;Basilea la città sul Reno
  9. bere un’ottima birra locale come la Ueli e la Unser, in uno dei bar aperti fino a tardi, su entrambe le sponde del fiume, la vecchia e la nuova, Gross e Klein Basel; e gustare un ottimo cocktail al Bar Rouge, all’ultimo piano del palazzo a specchi di Messe Platz;
  10. gustare una tipica cenetta, prima dei divertimenti notturni, tra cinema, teatro, musica e danze. Di nota tra i locali del posto: il Kaserne, una vecchia caserma ristrutturata, con grande spazio dedicato agli spettacoli; i locali delle aree alternative Hinterhof o Hirscheneck; il Zum Braunen Mutz, che propone specialità elvetiche in un ambiente folcloristico e l’Acqua, con una location unica, ottimo per un aperitivo.

Ed ecco infine qualche consiglio quanto al pernottamento.
Per chi non bada al portafoglio, imperdibile il Grand Hotel Les Trois Rois, tra i più antichi d’Europa, dal fascino rétro, sul Reno; mentre per gli amanti dell’estetica moderna e del design, il The Passage, nel cuore della città, con palestra e sauna. Se invece si vuole spendere poco, la soluzione sono indubbiamente i 7 ostelli disseminati a Basilea, tutti molto puliti e confortevoli.

E per concludere ecco la domanda finale: a quando la partenza per Basilea ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

15 − nove =