Viaggio Estivo a San Pietroburgo la Venezia del Nord

Vacanze a San PietroburgoPer i turisti stanchi delle solite vacanze balneari o di montagna, che vogliono approfittare nelle prossime ferie estive 2012 per visitare una cittadina, riscoprendo il suo aspetto storico e culturale, il folklore, i servizi ed il divertimento e non da meno, la splendida natura incontaminata, ecco oggi San Pietroburgo.

San Pietroburgo, conosciuta ai più come la “Venezia del Nord”, è una città dalle innumerevoli sfaccettature, con tantissime cosa da vedere e da fare, che sta vivendo oggi una rinascita culturale, con musei e palazzi storici, ove spuntano ogni giorno gallerie d’arte, locali e boutique alla moda vacanziera.

Una cittadina che accoglie il turista 365 giorni l’anno, a dispetto di neve e ghiaccio ma il cui periodo migliore per essere visitata, sono indubbiamente la primavera e l’autunno, ove si registra infatti un alto picco di turismo, assieme al mese di agosto, per via delle celeberrime notti bianche!

Quanto quindi a cosa vedere a San Pietroburgo, ecco una mini e veloce guida:

  • la Prospettiva Nevskij: la via principale, che taglia i canali più importanti della città fino a Piazza del Palazzo, uno spazio progettato dall’italiano Rossi, ove si affacciano edifici significativi quali l’Ammiragliato, il Palazzo dello Stato Maggiore e l’Hermitage, col Palazzo d’Inverno, un tempo residenza degli zar ed oggi, un museo che raccoglie opere di Caravaggio, Leonardo, Degas, Gauguin, Monet e Renoir, oltre ad esposizioni temporanee;
  • la Cattedrale di San Nicola e quella di San Isacco;
  • il Teatro Mariinky, tempio della danza classica internazionale, dove vengono rappresentati spettacoli futuristici e classici come ‘La bella Addormentata’ o ‘Il lago dei Cigni’;
  • l’antica fortezza di San Pietro e Paolo, raggiungibile in battello.

In una vacanza a San Pietroburgo, non si può non approfittare poi, per gustare la cucina russa, ricca di verdura e carne, con le sue tradizionali zuppe, come la salianka, tipica della stagione calda, accompagnata da pesce affumicato e panna acida, oppure i blinis, piccole crepes accompagnate da caviale.

Quanto invece a indirizzi sicuri, ove gustare autentici piatti russi, da ricordare i ristoranti della catena Iolki Palki, oppure il Teplo, mentre per dormire a San Pietroburgo, per trovare prezzi accettabili, è consigliabile Filippov e Babushka House, che vantano prezzi sotto i 100,00 euro.

Cosa aggiungere? Buon viaggio!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

15 − quindici =