Estate a Parga la “perla dello Ionio”

Per le prossime vacanze, a dispetto delle mete tanto gettonate dal turismo di massa, ove la vacanza spesso rischia di diventare puro stress, ecco Parga, la “perla dello Ionio”: perfetta per l’estate! Andando infatti alla scoperta di mete alternative e percorrendo sentieri meno battuti ma non per questo poco interessanti, ecco infatti Parga, una deliziosa cittadina posta sulla costa dell’Epiro, immersa in una ricca vegetazione di ulivi e pini.

Facilmente raggiungibile dall’Italia, tra scogli ed isolotti, Parga è difatti una meta veramente suggestiva, da cui peraltro partire alla scoperta di imperdibili escursioni in giornata, nei dintorni. Ma andiamo a scoprire tutto su questa favolosa meta per l’estate.

Alla scoperta dell’Epiro

L’Epiro è la regione geografica e storica posta a sud-est dell’Europa, che fa parte dell’Albania meridionale e della Grecia nord-occidentale, tra la catena montuosa del Pindo ed il meraviglioso Mar Ionio. La maggiore città dell’Epiro è Ioannina, sede stessa della regione, con Argirocastro quale maggior città dell’Albania nel territorio dell’antico Epiro.

Trattasi di una regione scoscesa e montagnosa, tutt’oggi culla della civiltà Illirica e sede del santuario di Dodona, il prestigioso antico oracolo greco. Unificato solo nel 370 a.C. dalla dinastia degli Eacidi, raggiunse il massimo del suo splendore con il regno di Pirro, le cui famose campagne contro Roma, rincorrono tutt’oggi nella frase la “vittoria di Pirro“. Accorpato all’impero romano, con il resto dell’Illiria, nel 146 a.C., con la caduta di Costantinopoli in seguito alla quarta crociata, divenne il centro del Despotato d’Epiro.

Dopo essersi dibattuto tra gli ottomani e la propria libertà, tra il XV ed il XIX secolo, dopo la guerra dei Balcani e la prima guerra mondiale, la parte nord dell’Epiro fu accorpato all’Albania, diventando il nuovo stato del Principato d’Albania, mentre il sud dell’Epiro, divenne parte della Grecia.

Parga

Parga, nota fra i più come “perla dell’Epiro”, è una cittadina davvero deliziosa, che si specchia su uno Ionio splendido, dominata da un imponente castello veneziano, sotto cui si snodano viuzze colme di bancarelle di cibo da asporto, botteghe di artigiani del posto e colorati negozi di souvenir. Affacciata su una baia a mezza luna, di fronte a cui si apre una spiaggia di sabbia bianca ed un’isoletta, Parga vanta un borgo vecchio, tra case di bianca calce che si affacciano su strette viuzze colme di colorati fiori, tra cui si ergono cappelle con una storia antica ed interessanti musei.

Vie e stradine che dal centro della cittadina, portano tutte all’antico castello veneziano, che tutt’oggi ricorda uno dei periodi più floridi della storia di Parga, ove poter assaporare le antiche ricette, sapientemente tramandate di padre in figlio e da cui è possibile godere un panorama mozzafiato. Cuore pulsante del paese è il porto, da cui partono numerosissime escursioni alla scoperta delle isole, delle spiagge vicine e delle Isole Ionie, oltre che delle piazze e dei cortili di Parga, ove si concentrano ristoranti, taverne, café e locali, pieni a tutte le ore del giorno, ove è possibile degustare i prodotti e le ricette tipiche, oltre che andare a caccia di souvenir.

Specchiata su uno Ionio a dir poco meraviglioso, con due baie che fronteggiano il pittoresco isolotto di Panagia, Parga si arrampica sulle verdeggianti colline di questo promontorio montuoso, ove inerpicandosi verso sud conserva tutt’oggi villaggi ancora vergini alle strutture turistiche, lasciati i quali, scendendo verso il mare sono celate strepitose baie, circondate dal un rigoglioso verde, di front a cui si aprono piccole spiagge, che si specchiano su un mare cristallino.

Due le lunghe spiagge sabbiose che si ergono ad entrambi i lati della città, che in alta stagione vedono le baie ed i bar sul lungomare affollati di cittadini e di turisti, di ogni età.

Cosa vedere

Numerosissime le beltà da scoprire nell’estate a Parga, piccola perla dell’omonimo promontorio verde, confine naturale fra le prefetture Nomos, di Thesprotia, famoso capoluogo Igoumenitsa e di Preveza, di cui la cittadina fa parte, nella regione dell’Epiro. Una zona, quella del “Nomos” di Preveza, ricca di meravigliose spiaggette, ad oggi ancora sconosciute al turismo internazionale.

Ed ecco quindi nella splendida Parga, il Castello Veneziano di Sant’Andrea, che domina dalla sua altura la cittadina ed offre dai suoi bastioni uno splendido panorama della costa e dell’abitato. Nella parte centrale, oggi ristrutturata, si possono osservare ancora gli antichi cannoni ed accomodarsi nel Cafè, ex sede dell’armeria francese.

L’affascinante Museo dell’Olio d’Oliva di Paragaea, nella città vecchia, inaugurato nel 2013 nell’ex fabbrica di olio d’oliva di Parga, che è stata attiva dal 1929 al 1974, si presenta in legno e conserva ancora i macchinari originali e gli antichi documenti rinvenuti durante la ristrutturazione, a testimoniare, l’esistenza dell’importante industria che fu. Il biglietto d’ingresso, comprende la visita guidata al museo, ove è possibile ripercorrere la storia dell’industria locale e la degustazione di pane e di vari oli d’oliva locali, anche aromatizzati, che è possibile acquistare al negozio del museo.

Alle isole di Paxos e Antipaxos invece, è possibile visitare Lefkada, le sorgenti dell’Acheronte e il Nekromanteion; mentre per coloro che prediligono una vacanza balneare, numerosi sono i battelli che fanno la spola ogni giorno, per raggiungere le spiagge dei dintorni, come Valtos, Lichnos e Sarakinko.

Le spiagge di Parga

E proprio le spiagge, intorno a Parga, sono davvero tantissime e tutte diverse. Andiamo subito a scoprirle per le prossime vacanze dell’estate.

Quella centrale e più nota è indubbiamente quella di Krioneri Beach, al lato est del paese, che rappresenta peraltro una base perfetta per andare alla scoperta di Parga, magari anche solo per gustare un aperitivo in riva al mare. Di sabbia grossa, gode di ogni comodità e vanta acque pulite.

Valtos è invece la lunga baia a fianco della cittadina di Parga. Fatta di ciottoli di media dimensione, è molto ben attrezzata ed è circondata da bar, alberghi, case vacanza, ristoranti e negozi. Nelle sue acque è possibile praticare molteplici sport.

Per coloro che invece prediligono le spiagge poco affollate, ecco Lychnosa, a soli cinque minuti d’auto, posta di fronte ad un mare cristallino, ove è possibile ripararsi dal sole in un grande uliveto, nelle ore più calde. E ancora, Loutsa, benchè con qualche bagnante in più ma a favore di una spiaggia iperorganizzata e free, ove è possibile usufruire delle sdraio, semplicemente ordinando qualcosa da bere o da mangiare.

La spiaggia più modaiola di Parga viceversa è di certo Valtos, posta alle pendici dello splendido castello veneziano. Chi predilige invece ammirare una panoramica delle coste di Parga, può muoversi fra le baie, le scogliere e le caverne marine, grazie a spettacolari viaggi organizzati in caicco, con partenza dal porto di Parga. Prima meta di questo viaggio è indubbiamente l’isola di Paxi, collegata con traghetti parte da Igoumenitsa per proseguire poi con le coste del promontorio, comprese le meravigliose isole di Paxi e di Antipaxi. Oltre a queste, ci sono tante altre fantastiche spiaggette, raggiungibili solo via mare.

Lichnos invece è una stupenda baia ad “U” di circa 400 metri, posta a qualche chilometro ad est di Parga, circondata da una ricca vegetazione tipica e fatta di piccoli ciottoli, posti di fronte ad un’acqua cristallina. Paralia Lichnos è un posto tranquillo ove trascorrere ore di puro relax , benché non manchino bar, ristoranti e locali, con stupenda vista sulla baia.

Ed ecco poi Sarakiniko, posta leggermente più distante da Parga, rispetto alle spiagge precedenti, una piccola baia che si raggiunge percorsi alcuni chilometri sulla strada principale verso nord. Questa meravigliosa spiaggia vanta un contesto molto pittoresco, con ciottoli di media e piccola dimensione, abbracciati da una vegetazione verde e rigogliosa.

Infine, a sud ecco la baia di Sarakiniko, dominata da un costone, in cima a cui si erge l’albergo, ristorante Taverna Agali, con favolosa vista sulla piccola spiaggia, si apre su un mare cristallino. La taverna “Tou Christou”, alle spalle della spiaggia, si propone quale ulteriore luogo di ristoro ove rilassarsi, tuffandosi nella splendida piscina vista mare, oppure ove gustare un break o un pranzo in piena regola, fra un bagno e l’altro!

La leggenda di Parga

E per chi invece quest’estate, bando alle classiche spiagge fronte mare, è alla ricerca di qualcosa di diverso, ecco lo splendido fiume Acheronte, che porta con sé nel suo viaggio, una meravigliosa leggenda …

Ebbene si, perché il fiume Acheronte è quello attraverso cui, secondo la mitologia greca, narrata prima da Omero, poi da Virgilio e Dante, Caronte, il famoso “nocchiero”, traghettava nell’Ade (vale a dire nell’Inferno) le anime dei malcapitati defunti. Non a caso, lungo il suo corso, all’ingresso alla città di Ioannina, si trovano le rovine del Necromanteio, il solo oracolo della morte conosciuto in Grecia.

Il delta del fiume Acheronte sorge in un tranquillo e rilassante piccolo villaggio di pescatori, l’Ammudìa, ove dopo una rilassante passeggiata, è possibile godersi un’indimenticabile cenetta romantica o un veloce caffè, prima di riprendere il viaggio.

Oggi la laguna in cui il fiume si disperdeva è bonificata e l’Acheronte è diventato un piacevole fiume da risalire, ove bagnarsi nelle acque fresche e cristalline; nelle cui gole, inoltrarsi, è possibile godere peraltro di un paesaggio naturalistico ancora vergine, protetto dalle leggi di tutela paesaggistica.
Da Preveza, passata la zona archeologica di “Nikopolis” di nota sono altresì i caratteristici centri di Mitikas, Kastrossikia, Sitia ed Ammudia, al centro del golfo confinante con la penisola di Parga, ove sfocia proprio il leggendario fiume.

Natura ed escursioni

Ma Parga oltre a storia, locali, spiagge, leggende, natura e paesaggi mozzafiato è molto, molto altro ancora.

Lungo la strada principale che divide Parga e corre verso nordovest, estendendosi su tutto il promontorio, si incontra infatti la splendida spiaggia di Valtos, lasciata la quale, si erge il meraviglioso KastroAli-Pascia”, che domina dall’alto il promontorio: una vetta assolutamente da raggiungere!

Procedendo invece ancora sulla strada principale, ecco Anthoussa,ove non mancano locali alla moda ed accomodation. Una tratta quella tra Parga – Anthoussa, percorsa da un delizioso trenino in strada, che non mancherà di far felici i più piccoli ma anche i grandi, che potranno avere spiegazioni sulla storia dei luoghi visitati ed ammirare dal Kastro, un panorama a dir poco mozzafiato! Imperdibile poi Agia, un paesino arroccato su un colle, da cui è possibile godere di un favoloso panorama, pranzando in una delle caratteristiche locande a conduzione famigliare, che vantano spettacolari terrazze sul paesaggio.

A sinistra invece del bivio per Agia, percorrendo la strada asfaltata che porta alla baia di Sarakiniko, ecco due imperdibili taverne, quella di “Agiali” che domina dall’alto la baia ed offre ai viaggiatori la possibilità di trascorrere qui la notte; e la “Christou”, posta dietro la spiaggia, che vanta un meravigliosa piscina.

Lasciata Agia, ecco invece Perdika, una cittadina situata anch’essa in altura, che vanta numerosi servizi e negozi i vario genere e tipo; e ancora, seguendo la via, ecco Sivota, un piccolo ma pittoresco centro marino di una certa rilevanza, situato ben più vicino al mare, che offre una splendida vista dall’alto, sulla baia incontaminata. Plataria, ex villaggio “di pescatori”, posto al centro di una baia, è abitato per lo più da turisti, che qui hanno appartamenti e case vacanza, che apprezzano oltre allo splendido panorama ed alla rigogliosa natura del posto, le numerose taverne ed i locali, che si prolungano sul lungomare, a sud.

Caotico centro di passaggio di turisti e di trasportatori, Igoumenitsa è una cittadina ricca di taverne, agenzie marittime e negozi vari, posta a solo venti chilometri dal confine con l’Albania, da cui non mancano i collegamenti con le isole di Corfù e di Paxi. Un’ennesima comoda escursione per l’estate, grazie a cui gustare le bellezze naturali della provincia è poi quella lungo la statale che da Igoumenitsa, porta a Preveza, una città piccola ma di rilievo, circondata dal Mare Ionio, che infiltrandosi peraltro in uno stretto, lambisce la città, diventando un naturale confine fra due regioni greche.

Con un aspetto caotico, la città offre scorci pittoreschi, perfetti da ammirare durante una sosta in una taverna o in un ouzeri, nella zona vecchia della città, a sud. Una recente ristrutturazione del lungomare, ha conferito alla cittadina un aspetto davvero gradevole grazie anche ai numerosi locali, di vario genere, ove è possibile fare una pausa o darsi allo shopping più sfrenato, tra imponenti edifici di pregio storico ed artistico. La modernità del tunnel sotto al mare, che si riflette nello spettacolare viadotto fra Rio e Antirio, fanno come si suol dire da “ciliegina” sulla torta.

Fra Preveza e Parga infine, lungo la costa ionica, sorgono villaggi sul mare, che vantano ampie spiagge sabbiose, che si tuffano nello Ionio. Centri marini meta di un turismo famigliare senza molte pretese, che offrono comunque bar, taverne, servizi e locali di vario tipo.
La capitale dell’Epiro è indubbiamente una delle location più amate dai greci e dai turisti, per le sue beltà a livello turistico e paesaggistico, per raggiungere la quale è necessario fare un viaggio, lungo il quale è doveroso godere delle bellezze del lago. Fatta di viuzze, palazzi antichi e locali, Ioannina vanta un paesaggio naturale incontaminato, che la abbraccia dolcemente. Di pregio nei pressi della cittadina, è l’area archeologica di “Dodona”, che vanta i resti di un imponente anfiteatro, che oggi fa da scenario a numerosi spettacoli e performances teatrali.

Dove mangiare

E dopo tanto girovagare in questa splendida location, andiamo a scoprire per l’estate, dove è possibile fermarsi a gustare qualcosa di rigenerante, nella famosa “perla dello Ionio”, che sia però rigorosamente tipico, come ad esempio una favolosa pita gyros, un bel piatto di souvlaki, ossia di spiedini di carne o una famosissima insalata greca!

Particolarmente generosa è l’offerta per gli amanti della tavola lungo il lungomare, ove si affacciano locali di ogni tipo, dove è possibile gustare un veloce break, tipo un gelato o un caffè, piuttosto che mangiare un prelibato pranzo o una cena, seduti sul molo, contemplando il mare. Tra i locali più in voga, ci sono quelli posti sulla parte della città che si affaccia sulla seconda baia, alle cui spalle, Parga si arrampica sulle colline, con pittoresche viuzze, ove è possibile trovare caratteristiche botteghe e bazar. Tra i locali qui da menzionare, sono di nota: la taverna Perivoli, nei pressi di Pisso Krioneri beach, e la taverna Oasis di Agia, che in un ambiente famigliare, accoglie i suoi ospiti in un favoloso belvedere.

La taverna Petros a Plataria invece, a circa 30 km da Parga, verso Igoumenitsa, sforna ottimi fritti di calamaretti e di gamberetti, oltre ad un’imperdibile insalata di polpo. Per invece invece preferisce optare per un veloce spuntino, di nota è il bar Eden nella zona pedonale di Parga, ove assaggiare assolutamente le deliziose crepes al Grand Marnier ed il superbo filetto di maiale allo zenzero.

Imperdibili poi le taverne sul mare di Lichnos, Coralis e di Sarakiniko, Tou Christou, con tanto di piscina ove rinfrescarsi e la taverna Akrotiri di Mitikas, posta nella costa di Preveza, che vanta un ampio giardino. E proprio quanto a Preveza, di pregio sono i suoi locali, in particolare la taverna Jorgos, che propone ai suoi ospiti, piatti tradizionali, frutto di ricette gelosamente tramandate.

Ultime ma non per questo meno importanti, sono infine le taverne di Plataria, poste sul lungo mare, che oltre a vantare un ampio spazio interno, propongono agli ospiti, in particolare nel periodo estivo, serate con balli e musica dal vivo.

Dove dormire

Per chi durante le vacanze della prossima estate, desidera mettere al bando le quattro ruote ed affidarsi esclusivamente alle proprie gambe, la soluzione perfetta è indubbiamente quella di alloggiare direttamente nel cuore di Parga, avendo così la possibilità di raggiungere a piedi tutte le attrazioni del posto, ad iniziare dalle spiagge, prima fra tutte Parga beach e le mete della passeggiata serale.

Una soluzione questa, che toglie peraltro ogni sera, l’incombenza di dover andare a parcheggiare la propria auto fuori dall’abitato e che per contro, permette di godere appieno del silenzio e della tranquillità che offrono le sistemazioni nel raggio di un paio di chilometri, dal centro della cittadina.

Tra queste, Adams è un piccolo hotel posto sulla strada a circa un chilometro ad est di Parga, nei pressi della baia di Lichnos, che propone alla sua clientela camere e piccoli appartamenti, completamente indipendenti, posti in un contesto che vanta due deliziose piscine, una per i grandi ed una per bambini. Con tanto di bar, a disposizione per qualsiasi necessità, la struttura permette ai suoi ospiti di consumare la colazione ma anche di pranzare e cenare in loco, a prezzi economici!

Per chi invece non desidera rinunciare alla vista mare, numerose sono le strutture poste direttamente sulla baia, a Lichnos ed a Valtos, non troppo distanti dalla famosa “perla dello Ionio”, che però in alta stagione, è bene prenotare per tempo, per non rischiare di rimanere come si suol dire “a bocca asciutta”, non trovando nemmeno una camera disponibile!

 

Numerose insomma le possibilità di alloggio per le vacanze dell’estate e per tutte le tasche, il trucco è solo quello di muoversi per tempo!

Numerosi, anzi numerosissimi sono quindi i motivi per scegliere quale meta della prossima estate Parga, tra storia, attrazioni, escursioni, spiagge, natura e cucina tipica del posto.

Non resta quindi che scegliere la data di partenza delle proprie ferie e correre a prenotare il proprio volo low cost ed il soggiorno, presso una delle numerosissime strutture ricettive del posto. Quindi, in attesa della data di partenza, non resta che stilare una sorta di programma di viaggio per vacanze, grazie a cui non perdere nessuna delle favolose attrazioni del posto! Buona vacanza … e buona estate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.