Estate a Varna, la perla del Mar Nero

A dispetto del tempo pazzerello di queste settimane, la voglia di vacanza non manca a nessuno e proprio per coloro che non vedono l’ora di preparare le valigie e di partire, andiamo a conoscere per l’estate, Varna, la perla del Mar Nero. Varna, è una splendida località balneare, che si pone tra le città bulgare più note nel periodo estivo, che la vede meta di un grandissimo afflusso di turisti.

Nota come “Perla del Mar Nero”, per i servizi turisti eccellenti, il mare e le spiagge di rara bellezza, oltre che per il modesto costo delle sue strutture ricettive, andiamo subito a scoprire cosa vedere e fare a Varna durante le vacanze estive.

Varna ieri ed oggi

Varna, chiamata la perla del Mar Nero e capitale estiva della Bulgaria, è una città con una storia molto antica ed importante. Super gettonata meta d’estate in virtù dei suoi splendidi centri di villeggiatura, come ad esempio “Albena“, “SS. Constantino ed Elena” e ancora, “Sabbie d’oro“, per la morbida sabbia e le dolci carezze delle onde del Mar Nero, Varna vanta molto altro ancora da vedere, forte dei suoi secoli di storia.

Fondata nel IV sec. a.C da coloni greci, la città di “Odessos”, come fu chiamata Varna anticamente, si è ingrandita un alla volta, arrivando persino a coniare delle vere ed esclusive monete. Passeggiando oggi per le vie del suo centro, è possibile trovare ancora le testimonianze di quell’antico periodo storico ed anche del periodo in cui Varna entrò a far parte dell’impero romano, tra il I° sec. a.C. ed il IV° sec. d.C.. Reperti di grandissimo pregio, di questa stagione sono altresì ammirabili presso il museo Archeologico.

La Varna medioevale, aveva anticamente il compito di difendere tutta la parte settentrionale del regno bulgaro; mentre più tardi, tra l’XI° ed il XII° secolo, fu costruita una fortezza per proteggere la cittadina dagli invasori turchi.
Inizia così per la città un periodo di decadenza economica, che riesce però fortunatamente a superare, entrando in rapporti commerciali con le città italiane, di Ancona e di Venezia. Il suo porto, in seguito all’ultima ristrutturazione è diventato oggi, il più grande porto, posto sulla riva bulgara del Mar Nero.

Continuando la passeggiata nel cuore di Varna, di pregio a livello storico e religioso è poi la chiesa di “San Atanasio“, che conserva una ricca collezione di icone bulgare e russe, a dimostrazione della pacifica coesistenza di alcuni gruppi etnici nella città.

Ed ecco quindi il monastero Alagià del XIII° sec. che fu abitato dagli anacoreti della corrente religiosa “dell’esicasmo“, che cela tra le rocce, celle monacali dipinte con impareggiabili immagini sacre, da cui è peraltro possibile ammirare il meraviglioso Golfo di Varna, con le numerose navi ancorate.

Cosa vedere a Varna

Ma andiamo quindi subito a vedere, nello specifico, le attrazioni principali ed imperdibili, della meravigliosa cittadina di Varna, la Perla del Mar Nero, assolutamente da non perdere durante le vacanze estaive:

  • la Necropoli di Varna, scoperta per caso nel 1972, che si pone indubbiamente tra le migliori attrazioni della Bulgaria. Posta a solo 500 metri circa dal lago di Varna, conservava quasi 300 tombe, oltre a 3.000 reliquie ed a molti preziosi d’oro, che a detta dei migliori esperti, potrebbero essere datati persino, oltre le antiche testimonianze egizie;
  • i Giardini Marini, realizzati con un’architettura in stile Baracco-Viennese, i giardini si trovano nella zona marina e vantano molteplici attrazioni, davvero irresistibili, per grandi e bambini, come ad esempio lo zoo, l’aquarium, il Planetarium e ben due musei: uno di Storia Naturale ed uno Navale;
  • la Vinitsa, un rinomato villaggio posto un fuori città, a circa 10 km da Varna, davvero imperdibile, per le antiche tradizioni che conserva e la calorosa cordialità dei suoi cittadini;
  • la Cattedrale della Dormizione della Madre di Dio, una meravigliosa cattedrale ortodossa, datata 1886 che è oggi la sede dell’eparchia di Varna e di Veliki, nell’ambito della chiesa ortodossa bulgara;
  • il Museo Archeologico di Varna, realizzato tra il 1892 ed il 1898 ma inizialmente utilizzato come Scuola femminile.Entrato a far parte delle proprietà dello Stato nel 1945, è stato adibito alla collezione museale nel 1993, per la mostra di reperti che vanno dall’epoca preistorica alle dominazioni di Traci, Greci e Romani, passando per il Medioevo, l’epoca Bizantina, gli Ottomani ed il Revival Nazionale Bulgaro. Di particolare pregio nella collezione, sono gli Ori di Varna;
  • il Museo Etnografico, ospitato in un gruppo di case di legno del 1866, vanta una delle collezioni etnografiche più notevoli della Bulgaria. Il pianoterra conserva attrezzi delle varie corporazioni, tra contadini, viticoltori, apicoltori, pescatori ed artigiani; mentre il primo piano mostra una splendida collezione di costumi, un telaio originale ed un’antichissima macchina da cucire. Al piano superiore in ultimo, gli arredi e gli oggetti esposti rispolverano la nostalgia della Belle Époque;
  • l’Acquario di Varna, un edificio realizzato in stile stalinista, che ospita tantissime specie di animali marittimi antichi e rari, ospitati in teche ricche di pesci dalle forme e dai colori più diversi;
  • la Torpediniera Drazki, una nave-museo assolutamente unica ed imperdibile, assolutamente da ammirare durante una vacanza nell’estate 2018, a Varna;
  • le Terme Romane, un esempio di terme romane, con alcuni tratti davvero molto ben conservati, accompagnati da cartelli esplicativi che guidano il visitatore, che vi può accedere ad un prezzo davvero ridotto;
  • i Giardini del Mare, altrimenti noti anche come “Sea garden”, constano in un bellissimo parco adagiato in riva al mare, tenuto molto bene, che degrada dolcemente, con alberi ad alto fusto, vialetti ampi e rifiniti. Si tratta di un luogo molto tranquillo e rilassante, lungo diversi km, che separa il centro della città di Varna, dal mare.

Le attrazioni di Varna

Indubbiamente la movida è uno dei motivi che spingono i turisti a scegliere Varna, come meta delle proprie vacanze, che siano vacanze di gruppo con gli amici, di svago con la famiglia o alla ricerca di un po’ di privacy, con la propria dolce metà!

Varna è difatti la città perfetta per tutti, basta pensare alla vasta scelta di locali ove è possibile trascorrere piacevoli ore di svago. Locali con luci soffuse, per dare quel tocco unico alla serata perfetta, ma anche locali dove intrattenersi con buona musica e ancora, locali ove è possibile degustare la tipica cucina del posto!

Tutti gli amanti della buona cucina e non solo, non potranno infatti lasciarsi sfuggire l’occasione durante una vacanza estiva a Varna, di assaggiare i prodotti tipici e le antiche ricette del posto, tramandate gelosamente di generazione in generazione. Una cucina quella di Varna, a dir poco superlativa, che vede tra i piatti assolutamente da provare, lo shkembe chorba, ossia una minestra di trippa e lo Shopska, vale a dire un piatto vegetale.

Ma Varna è molto altro ancora, perché per chi è alla ricerca del divertimento allo stato puro, non mancano difatti anche le discoteche, dove è possibile ballare fino all’alba ed ovviamente anche i night club!

Per chi invece è alla ricerca del relax assoluto, ecco i centri benessere e le strutture alberghiere, che offrono il massimo del comfort possibile e dei servizi, alla propria clientela.

Non mancano poi le aree ove passeggiare nel verde, all’insegna del relax assoluto o dello sport ma anche quelle ove darsi allo shopping più sfrenato tra negozi e boutique di lusso, e ancora, le location ove immergersi nell’arte e nella cultura. E proprio per coloro che vogliono passeggiare nel verde, doverosa è una passeggiata nel meraviglioso Giardino del Lungomare, che conserva moltissime e particolari, specie vegetali; che durante la bella stagione, diventa peraltro il palcoscenico del famoso concorso internazionale di danza classica e di numerosi concerti.

Insomma, una città unica nel suo genere Varna, terza città della Bulgaria, frutto di un perfetto connubio tra moderna ed antico, mare e città!

Come orientarsi

Ed ecco quindi per coloro che scelgono la città di Varna, quale meta per le loro prossime vacanze estive, qualche preziosa indicazione su come orientarsi e muoversi in questa splendida cittadina bulgara.

La città è limitata ad est dai Giardini del Mare, a sud dal porto e della stazione ferroviaria; mentre ancora a nord dal viale Maria Luisa, che conduce alle stazioni balneari di Sveti Constantin e di Zlatni Pjasaci.

Girando invece per la cittadina, al centro di Varna è posta la splendida piazza dei Santi Cirillo e Metodio, dominata dall’imponente cattedrale in stile bizantino, che superata e lasciata alle spalle, conduce alle terme romane ed alla chiesa di S. Anastasio.

Dalla piazza, grazie a via Preslav, che termina in prossima della stazione ferroviaria, si giunge invece nel cuore della cittadina, in piazza Indipendenza, sicura isola pedonale.
Sulla costa, si susseguono infine, sobborghi e stazioni di villeggiatura, che formano un unico e colorato, agglomerato urbano.

Le spiagge di Varna

Le Spiagge di Varna constano in lidi cittadini, particolarmente suggestivi e molto apprezzati, posti sia a ridosso della città, che in spiagge che si trovano fuori città, come ad esempio quelle dei piccoli centri di Albena, Santi Costantino ed Elena o di Sabbie d’Oro.

I lidi cittadini sono posti nei pressi del grande porto cittadino, che dopo gli ultimi interventi di ristrutturazione è oggi il più grande porto della riva bulgara del Mar Nero, costano in spiagge sabbiose, ben attrezzate e bagnate da acque chiare.

Quanto invece alle spiagge fuori città, ecco la Spiaggia Sabbie d’Oro, posta a ridosso dell’omonimo centro, a circa 18 chilometri da Varna, che con il titolo di luogo di villeggiatura più grande sulla costa settentrionale del Mar Nero, con 3,5 chilometri per 100 metri, consta in una bellissima spiaggia di soffice sabbia dorata, ampia e lunga, bagnata da limpide acque azzurre, con un fondale sabbioso. Incorniciata da verdeggianti colline boscose, davanti alle quali si trovano numerose strutture alberghiere, la spiaggia è dotata di stabilimenti balneari molto ben attrezzati, ove è possibile noleggiare lettini, ombrelloni e pattini.

La Spiaggia Santi Costantino ed Elena di Varna invece, posta anch’essa a ridosso dell’omonimo centro, con il titolo di più antica località della costa del Mar Nero, vanta uno scenario unico, tra montagne, aria frizzante, sorgenti minerali ed acque cristalline. Si tratta di una bellissima spiaggia di soffice sabbia dorata, lunga ed ampia, con acque limpide ed un fondale sabbioso, che vanta stabilimenti balneari particolarmente affollati ove è possibile affittare tutto il necessario per il massimo relax sotto al sole. Il litorale è interrotto in vari punti da alberi e rocce, che creano piccole e riservate spiaggette, alle cui spalle si pongono diverse strutture alberghiere.

La Spiaggia Albena di Varna infine, posta praticamente a ridosso del piccolo omonimo centro, è una bellissima spiaggia di morbida sabbia dorata, lunga ed ampia, attrezzata da stabilimenti balneari con tutto il necessario per i bagnanti, di fronte a limpide acque turchesi, il cui fondale sabbioso, digrada lentamente verso il largo. Orlata da una ricca vegetazione, vanta numerose strutture alberghiere di grande pregio.

Cosa mangiare a Varna

Imperdibile durante una vacanza nella prossima estate a Varna, l’occasione di degustare le prelibatezze di questa splendida città costiera, ove non mancano i ristorantini ed i locali, ove provare la tipica cucina bulgara.

Tra le ricette frutto dell’antica tradizione, tramandata di madre in figlia, da non perdere sono assolutamente: la minestra di trippa, vale a dire la shkembe chorba e l’insalata shopska. La prima è una ricetta preparata con pezzettini di trippa conditi con yogurt, peperoncino rosso piccante, aglio ed aceto; mentre la seconda è un’insalata mista, con pomodori, cetriolini e peperoni verdi uri, tagliati a cubetti. Il tutto, ricoperto da abbondante formaggio bianco.

Oltre a questi, sono altresì imperdibili la Mussaka, il Kiopolu, la Chorba e tutti gli altri piatti a base di vegetali (come ad esempio pomodori, melanzane, cetrioli, patate ed anche cipolle), sapientemente conditi con abbondante yogurt oppure con formaggi diversi, ma anche con carne di maiale o bovino.

Si tratta di piatti particolarmente appetitosi, che hanno origini antichissime, la cui storia giunge dall’Antica Grecia, dalla Romania e dalla Turchia.

Dove mangiare a Varna

Moltissimi i locali ed i ristoranti ove è possibile degustare la tipica cucina del posto a Varna, adatti a tutte le tasche ed a tutte le esigenze.

Tra quelli assolutamente da segnalare, troviamo il Ristorante Pizzeria Clara, nel pittoresco paese sopra Bressanone, un locale a conduzione famigliare, ove è possibile pranzare o cenare in un’atmosfera alpina e mediterranea davvero unica, godendo al contempo della splendida vista sulle montagne intorno.Il menù del locale, particolarmente ricco, oltre agli amati classici, propone nuove e creative interpretazioni della cucina italiana ed altoatesina, da accompagnare ad uno degli ottimi vini della ricca carta.

Il Peter’s Bistrò invece, è un piccolo locale, posto di fronte all’Abbazia di Novacella, informale ma delizioso, con ampie verande che permettono di ammirare il paesaggio, assolutamente perfetto per gustare un veloce spuntino ma anche per assaporare un piatto caldo o una rigenerante bibita. Particolarmente accogliente e pulito, vanta un arredamento in legno moderno, pratico e comodo, con una piccola cucina a vista, da cui escono prelibati piatti, frutto del tipico menù del posto, che consta in una decina circa di portate, una più gustosa dell’altra, che assicurano la freschezza e la genuinità dei piatti della tradizione di Varna.

Tra questi, coloro che desiderano restare leggeri, possono optare per un veloce toast, una piadina o magari per un’insalata; mentre chi non desidera badare agli ingredienti ed alle calorie, potrà gustare il meglio della cucina locale, con portare frutto dei prodotti di stagione, come il risotto ai finferli, piuttosto che i wuerstel con crauti, o una classica ma ottima tagliata.

Portate che potranno essere accompagnate dai deliziosi vini dell’Abbazia di Novacella o dalle ottime birre altoatesine. E per finire al meglio, non potrà mancare una fetta di una delle torta fatte in casa, accompagnata da un bicchierino delle grappe locali. Di nota poi il fatto che gli appassionati del genere delle etichette pregiate, potranno richiedere una degustazione di vini locali, che se graditi, potranno altresì essere comprati nel locale.

Il Bistro Firschluft invece, posto in una zona tranquilla e soleggiata di Novacella, Bressanone, propone un ambiente sobrio, arredato con amore, ove mentre i grandi potranno godere della massima tranquillità, i bimbi potranno divertirsi al parco giochi, posto di fronte al terrazzo, ove è peraltro possibile darsi all’abbronzatura!
Ampio il menù offerto dal locale, che si pone tra i più gettonati sia per i turisti di passaggio, che quale punto d’incontro per i suoi cittadini, ove poter gustare una fresca birra o un ottimo cocktail con gli amici, dopo una dura giornata di lavoro oppure nel weekend .

Il ristorante dell’Hotel Tenuta Pacherhof infine, sito a di Novacella, vicino a Bressanone, vanta quattro splendide ed antiche Stube, sapientemente rivestite in legno, che ospitano di sovente feste e ricorrenze familiari, in occasione delle quali, dalla cucina escono portate dai colori e dai profumi raffinati, oltre che vini di eccellente qualità, rigorosamente della Tenuta Pacher. Vini peraltro, che su prenotazione è possibile degustare ed acquistare.
Le ricette del menù, sono il frutto di verdure di stagione, amorevolmente coltivate nella tenuta, che vengono sapientemente impreziosite con erbe aromatiche e spezie, per la realizzazione di sane portate della cucina mediterranea e regionale, proposte in chiave moderna. Ricette tra cui, in autunno, è di nota il tradizionale Törggelen.

Le strutture ricettive a Varna

E dopo aver dato un’occhiata a dove è possibile degustare le migliori portate durante una vacanza a Varna, nella prossima estate 2018, andiamo a scoprire ove è possibile soggiornare in questa splendida cittadina! Numerose e di vario genere le strutture ricettive del posto. Nelle zone costiere del Mar Nero ad esempio, è possibile trovare alberghi di alta qualità, che vantano accessi alle numerose sorgenti termali della zona, che però in virtù di tutto il lusso che offrono ai propri ospiti, propongono prezzi non proprio economici.

Nelle zone metropolitane invece, Sofia in primis, è possibile trovare strutture ricettive a prezzi decisamente più bassi, anche se però di contro, la qualità è di livello un poco inferiore, a quella abituale nel resto d’Europa, al medesimo costo.
Constantino ed Elena invece, propongono un vasto complesso di alberghi, di epoca comunista, noto al tempo come “Druzhba”, vale a dire “Amicizia”, che è tutt’oggi meta abituale dei villeggianti che provengono dalla Russia e dai paesi medio-orientali.

Il Sunny Day infine, è un grosso complesso di alberghi di grande lusso, che un tempo era riservato esclusivamente alle alte cariche del partito comunista bulgaro, ma che da circa dieci anni dalla caduta del regime comunista, è stato comprato da Georgi Gergov, un importante uomo d’affari bulgaro.

Insomma, non mancano davvero i motivi per scegliere Varna, la splendida perla del Mar Nero, quale meta per le prossime vacanze dell’estate; per cui bando non resta che scegliere il periodo delle proprie vacanze e prenotare!
Ed una volta prenotato il biglietto aereo low cost più conveniente, non resta che trovare la soluzione ricettiva tra quelle indicate nel paragrafo precedente, che più si aggrada alle proprie esigenze, personali e del proprio portafoglio.

Ultima cosa, ma non per questo meno importante, è infine quella di iniziare a segnare con una bella “X” sul calendario, i giorni che mancano ancora alla partenza per Varna buon viaggio e buona vacanza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.