Vacanze Estate: Itinerari turistici in treno

Quest’anno niente code chilometriche in auto o ore di attesa in aeroporto, ma per quest’estate ecco vacanze lungo gli itinerari turistici in treno.

Un mezzo di trasporto decisamente economico ed ecologico, per una vacanza originale estiva lungo gli itinerari turistici in treno, alla scoperta del patrimonio culturale e naturale della nostra splendida Penisola.

Grazie infatti alla collaborazione ed all’impegno della Confederazione della mobilità dolce, delle Ferrovie dello Stato e di varie associazioni locali, gli aspiranti viaggiatori di quest’estate hanno la possibilità, di poter contare su una linea ferroviaria lunga ben 300 chilometri, recentemente ristrutturata ed riattivata, grazie a cui esplorare gli angoli suggestivi della nostra meravigliosa Italia, senza dover fare i conti con i detestabili aspetti del traffico, in tutte le sue forme.

Vacanze in treno

Una nuova forma di ecoturismo, il treno, che oltre a rappresentare un’insolita opportunità di vacanza, sta contribuendo a risollevare in modo importante l’economia italiana locale, grazie a strutture ricettive come bed&breakfast, ristoranti, bar, ma anche ciclofficine e tante altre attività, che sono sorte lungo le tratte ferroviarie riaperte.

Linee ferroviarie che erano state nel tempo dismesse e che sono state riaperte al traffico ferroviario, mentre altre sono state trasformate in “Greenways” grazie a cui scoprire il territorio, con escursioni a piedi oppure in bicicletta.
Tratte di pregio e valore inestimabile, tra le quali, per le vacanze dell’estate, come suggerisce la Co.mo.do., andiamo a suggerirne alcune in particolare.

Le migliori tratte ferroviarie per l’estate

La tratta ferroviaria Sulmona-Carpinone, nota anche come la “Transiberiana d’Italia”, che collega la regione Abruzzo al Molise è una tratta lungo la quale, i viaggiatori hanno modo di veder scorrere dal finestrino del treno paesaggi naturali tra i più favolosi ed incontaminati del nostro Belpaese, stando comodamente seduti in caratteristici vagoni di legno. Un viaggio dalla suggestiva atmosfera che vede il treno fermarsi in tipici borghi, ove è possibile riscoprire il territorio grazie ad escursioni e tour enogastronomici, che permettono di degustare peraltro, piatti tipici, vini e prelibatezze DOP e doc, come il caciocavallo, il tartufo e molto altro.

Estate Itinerari turistici trenoE proseguendo il viaggio, ecco panorami a dir poco mozzafiato, che caratterizzano le tappe del viaggio del Treno natura, su quella che è la linea ferroviaria che collega Montalcino a Monte Antico, lungo la famosa Via Francigena. Un viaggio che quest’anno promette di essere peraltro ancor più interessante da Palazzolo al Lago d’Iseo, ove è possibile ammirare la passerella galleggiante posta tra Monteisola e Sulzano, ribattezzata “Christo”.

Un altro itinerario ferroviario assolutamente da non perdere, è poi quello della splendida terra di Sicilia, ove i viaggiatori possono visitare gli affascinanti luoghi che hanno fatto da scenografia al noto personaggio Montalbano di Camilleri, lungo la tratta da Palermo a Porto Empedocle, oltre ad ammirare la misteriosa Valle dei Templi, in Provincia di Agrigento.

La ridente Sardegna con il suo trenino verde propone invece ai viaggiatori ben tre percorsi, dalla Gallura al Gennargentu: tutti e tre, assolutamente da non perdere per andare alla scoperta delle beltà di questa affascinante terra.

Ecco poi la Campania, che con la linea Napoli-Cuma, trasporta il viaggiatori nell’antico regno della Sibilla, ma non solo. I turisti infatti che vogliono cogliere l’occasione per ammirare da vicino lo splendido mare in Salento, hanno infatti la possibilità di poter contare sulla linea diretta, attivata tra Bari e Santa Maria di Leuca.

Ultimo ma non per importanza tra le Regioni nostrane è il Trentino Alto Adige, che quanto alle linee ferroviarie recuperate fa scuola nel Belpaese, in quanto ad oggi, ha recuperato quasi tutte le sue linee locali, grazie alle quali riesce ad offrire ed a favorire, un turismo invernale ed estivo a basso impatto ambientale, incentivando peraltro l’uso dei trasporti pubblici tra i suoi cittadini.

L’importanza delle linee ferroviarie recuperate

Un’opportunità di vacanza, quella in treno, quindi assolutamente da cogliere al volo per l’estate, per fare del bene non solo a se stessi, ma anche al prossimo ed all’ambiente! Opportunità di vacanza ed esempi di recupero, che si auspica col tempo si rinnoveranno ed andranno ad annoverare tra le nuove tratte ferroviarie recuperate, la linea ordinaria Pistoia-Porretta e quella di Bologna-Porretta, i 23 km in Liguria da San Lorenzo a mare a Ospedaletti, la Siracusa-Targia a picco sul mare per 9,7 km e molte altre.

Ma ad oggi la sola domanda è: quale tratta ferroviaria scegliete per la vostra estate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.