Vacanze Estive 2012 alla riscoperta dei musei di Milano

Per tutti coloro che vogliono approfittare il prossimo week end o la prossima vacanza per riscoprire le splendide cittadine italiane, ecco oggi Milano, la bellissima città della madonnina, una splendida città che che oltre ai numerosi monumenti visibili lungo le sue strade e piazze, racchiude una serie di musei di ogni genere e sorta, assolutamente da visitare!

E proprio per coloro che hanno in procinto una vacanza al nord, nella cittadina milanese, ecco un utile elenco dei musei di Milano, di cui tener conto nei giorni della prossima vacanza, onde ottimizzare i giorni a disposizione:

  • Museo del Novecento: un giovane museo, del 2010, punto d’incontro di bambini ed adulti, con l’arte, con ben 400, inserite nel museo permanente, tra dipinti, statue, installazioni e ambienti, poste in ordine cronologico, partendo da Pellizza da Volpedo, … fino a Boccioni, Carrà, Morandi, De Chirico, Martini, Fontana e Manzoni, arrivando al futurismo, astrattismo, spazialismo e all’arte povera, accanto a cui si svelano esposizioni temporanee come lo Spazio Mostre, la Sala Focus e la Sala Archivi del Novecento;
  • Pinacoteca di Brera: un museo riconosciuto nel 1803, nato accanto all’Accademia di Belle Arti, con finalità didattiche, in cui gli studenti avrebbero dovuto ammirare le opere contenute e formarsi partendo dagli esempi dei grandi maestri ma con l’avvento di Napoleone questa pinacoteca didattica si trasformò in un vero e proprio museo, che con l’intervento di Giuseppe Bossi, segretario dell’Accademia nel 1801, arricchì le collezioni, fino ad ospitare opere di Raffaello, Giovanni Bellini, Bramantino, musei milanoRubens, Van Dyck, Rembrandt, Caravaggio, Canaletto, Fattori e grazie alle donazioni della famiglia Jesi nella pinacoteca di Brera, oggi si ammirano anche opere degli artisti del primo Novecento come Boccioni, Braque, Carrà, Modigliani…;
  • Museo della scienza e della tecnica: in una cornice suggestiva data dal monastero olivetano in cui è ospitato, ecco il più grande in Italia con 40.000 metri quadrati di estensione e le importanti collezioni contenute all’interno, che raccontano levoluzione scientifica e tecnologica a partire da Leonardo Da Vinci, figura cui è intitolato, accanto a 13 laboratori interattivi correlati alle collezioni permanenti, onde “toccare con mano” la scienza e la tecnologia;
  • Castello Sforzesco: costruito nel XV secolo dal duca di Milano, Francesco Sforza, è uno dei simboli di Milano, oggi sede del Museo d’Arte Antica, della Pinacoteca, con 230 opere della pittura italiana dal XIII al XVIII secolo, della Raccolta d’Arte Applicata e Museo degli Strumenti Musicali, del Museo Egizio, del Museo della Preistoria, dell’Iconografia della città…;
  • Palazzo Reale: quella che fu la sede del governo della città, oggi un centro culturale adattato a sede di mostre ed esposizioni temporanee, posto a destra del Duomo, in fronte a Galleria Vittorio Emanuele, a delineare i confini della piazza, che recentemente ospita la mostra intitolata “Tiziano e la nascita del paesaggio moderno”, con 50 opere selezionate tra i più grandi maestri.

Preso nota di tutto? Quando inizia la prossima visita?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.