Vacanze tra la natura selvaggia e incontaminata del Madagascar

MadagascarPer coloro che cercano una vacanza a contatto con una natura selvaggia ed incontaminata, ecco il Madagascar.

Scenografia di numerosi film, fiction e non da meno cartoon, il Madagascar, è un’isola di straordinaria bellezza, la quarta isola più grande del mondo, con l’80% delle specie animali nel mondo, tanto che il WWF considera l’isola il più ricco patrimonio ecologico del mondo.

Situata a largo della costa orientale dell’Africa a circa 400 Km dalle coste del Mozambico, il Madagascar lungo la sua estensione, presenta un paesaggio ed un clima variegato: nella parte centrale, si trova un grande altopiano, nella parte orientale foreste pluviali, mentre la costa sul canale del Mozambico è caratterizzata da un clima secco, che diventa arido e composto di Baobab, spostandosi verso sud.


Assolutamente da non perdere in una vacanza in Madagascar:

  • Antananarivo: la capitale, con le case fatte ancora di “pisè” e di terra rossa;
  • il Parco Nazionale della Montagna d’Ambra: un paradiso per gli amanti della natura, con una vegetazione lussureggiante ed una fauna unica al mondo, ove troviamo gli Antakarana e i Sakalava, le due etnie dominanti, l’incantevole Petit Cascade, che scende a picco in un’ammirevole piscina naturale da cui immergersi nella meravigliosa vegetazione del Jardin Botanique;
  • la Riserva Naturale di Tsingy de Bemaraha: composta dal Parco Petit Tsingy e dal Parco Grand Tsingy, con una vegetazione folta che offre riparo ad una fauna variegata, tra cui è possibile scendere in canoa il Fiume Manbolo;
  • l’isola Nosy Be: isola con spiagge incontaminate, rinomate tra gli amanti delle immersioni, in cui visitare le rovine di Marodoka e fare un’escursione sulla cima del Mont Passot, coi laghi vulcanici;
  • l’arcipelago di Nosy: un paradiso terrestre con un mare turchese e splendide spiagge bianche, contornate da palme;
  • il Parco Marino Nosy Tanikely: con una imponente barriera corallina … ideale per immersioni e snorkelling;
  • l’isola di Sainte Marie: con spiagge bellissime ed incantevoli baie protette da barriere coralline, ove ammirare le balene e specie animali di vario genere;
  • Punta Noci di Cocco: grazie alla ricca vegetazione sottomarina e ad un’incantevole barriera corallina, è la meta consigliata agli amanti del diving.

Quanto ad una rapida escursione della gastronomia dell’isola, il piatto principale e maggiormente cucinato è il riso, preparato in vari modi, con manzo bollito, pollo, anatra o bredes, pesce e verdure bollite ma per gli amanti della carne, da provare è lo stufato o la bistecca di zebù, mentre in quanto al pesce, si ha a disposizione un ampio menù a base di aragosta, calamari e gamberetti.

Quanto poi ai dolci, da non perdere il koba, con arachidi, riso e zucchero, cotto al forno in foglie di banano e gli yogurt preparati secondo le antiche tradizioni dell’isola.

Facendo infine un salto in discoteca, ecco Hell Ville, che offre musica malgascia dal vivo, assieme alla “normale” musica internazionale, dove dopo una serata fra musica e balli, all’uscita è possibile degustare spiedini, pollo, pesce e tanto altro, alle bancarelle in strada, approfittando per fare una romantica passeggiata in spiaggia al chiaro di luna ….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.