Bergen: la splendida porta dei fiordi norvegesi

Incastonata tra fiordi e colline, ecco Bergen la splendida porta dei fiordi norvegesi, da sempre protagonista dei paesaggi marittimi di artisti e poeti

Una meta nordica assolutamente da scoprire, Bergen, che a dispetto della sua posizione remota, sorprende per la sua vivacità, oltre che per il fatto di essere una meta estremamente economica, assolutamente da scoprire.
Una cittadina norvegese che offre davvero tanto al viaggiatore di turno, ad iniziare da un centro storico di pura fattura nordica, con le passerelle in legno e gli edifici con tetti spioventi, in fila gli uni agli altri, incorniciati da un sublime paesaggio naturale, fatto di montagne scoscese e vallate vertiginose.

Una location che oltre ad essere ammirata, può però anche essere “gustata”, assaporando un panino con granchio al Fisketorget, o un skillingsbolle, una tipica brioche alla cannella, in uno dei bar in riva al mare.

Ma non solo, perché sono davvero tante le cose da poter vedere e fare a Bergen, per cui, andiamo ad elencarle in ordine, partendo dal porto, cuore vibrante della cittadina:

  • visitare il mercato del pesce, che nel periodo invernale e primaverile, fino a giugno, è ospitato nella struttura chiusa, sotto all’Ufficio turistico; mentre nel periodo estivo è allestito all’esterno. Ordinato e pulito, ad ogni stand è possibile fermarsi e mangiare a buon prezzo, piatti prelibati come: la zuppa di pesce, fish and chips, salmone e molto altro;
  • visitare il Bryggen, il quartiere storico della città, al porto, le cui case storte in legno, sono Patrimonio dell’Unesco. Nel 1944 una nave olandese carica di munizioni purtroppo esplose nel porto, facendo vittime e distruggendo edifici, ad eccezione di alcune case, che rimasero in piedi ma che da allora, restarono storte per via dell’urto;
  • fare una passeggiata a Knøsesmauet, a due passi dal porto, un quartiere tra il Bryggen e la Fløibanen, la funicolare, ammirando per le stradine le vecchie case in legno arroccate una sull’altra, immerse in un silenzio di vera pace;
  • prendere la Fløibanen, la funicolare per il Mount Fløyen, per un viaggio di pochi minuti, alla cui fine ammirare una splendida vista sulla città e sul fiordo, stando comodamente seduti a prendere il sole o a chiacchierare;Funivia Bergen
  • rilassarsi e passeggiare al parco di Nordnes, ove merita nota uno strano totem posto al centro, con il quale è assolutamente imperdibile scattare un fotografia di ricordo;
  • visitare l’acquario di Nordnes, un luogo creato in particolare per i bambini ed i ragazzi, i cui protagonisti indiscussi sono i pinguini, che vivono “liberi”, dietro ad una vetrata;
  • prendere lo storico traghetto, che nel periodo dal 01 maggio al 31 agosto, in un orario dalle ore 10:00 alle 18:00, tutti i giorni, fa avanti ed indietro, la tratta dal mercato del pesce all’acquario;
  • fare shopping nella parte a sud del porto, quella detta dello “Struscio“, lungo le vie pendolari alla grande piazza, trascorrendo uno spensierato pomeriggio tra i negozi e le boutique, approfittando per comprare qualche souvenirs per sé o per parenti ed amici;
  • visitare in Festplassen, il Kunstmuseum, il museo principale della città, sito proprio intorno al lago ed il KODE 3, ove è custodita la più grande collezione di opere del grande Edvard Munch;
  • gustare i tipici piatti norvegesi, in uno dei tanti ristorantini della città. Tra questi di nota il Pingvinen, ossia il Pinguino, un ristorante che dopo le ore 22:00 diventa pub, ove vivere una serata indimenticabile a prezzi abbordabili, sui 40,00 euro, per un piatto completo di carne o pesce ed un paio di birre. Per gli amanti invece del fish and chips, di nota al porto di Bergen, vicino al mercato del pesce, il Klar Ferdig Fisk.

Ed ora a voi la parola e la decisione aspiranti viaggiatori, che dite merita di essere visitata almeno una volta nella vita, Bergen, la splendida porta dei fiordi norvegesi? Indubbiamente si!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

16 − quattro =