Sardegna: Vacanza in Costa Smeralda

La Costa Smeralda inizialmente chiamata Gallura è il tratto costiero della Sardegna nord-orientale, localmente conosciuta col nome gallurese “monti di mola” (pietra di macina).

La costa è caratterizzata dalla presenza di numerose insenature, piccole spiagge, e poco distante da numerose isole fra cui l’ arcipelago della Maddalena. Il cuore della Costa Smeralda è Porto Cervo dove si trovano anche tutti i servizi e altre numerose zone commerciali e residenziali come Romazzino, Cala di Volpe, Piccolo Pevero, Pevero Golf, Pantogia e Liscia di Vacca.

Tra Porto Cervo e Cala di Volpe, si è sviluppata la zona commerciale e abitativa di Abbiadori. Il paesaggio che circonda il mare della Costa Smeralda è fatto di graniti modellati dai venti, sabbia bianca e una vegetazione profumata tipica in Sardegna: macchia mediterranea, ginepri, lentischi, corbezzoli.

La Costa Smeralda è una costa con “molteplici facce”: quella turistica, costruita e curata in ogni minimo dettaglio e perfettamente inserita nell’ ambiente; quella dei lussuosi hotel Costa Smeralda e delle prestigiose ville Costa Smeralda, dei villaggi e dei residence, dei campi da golf e dei porticcioli turistici affollati di yachts. E quella primitiva della natura incontaminata che rende unica la Costa Smeralda.

Cosa vedere e fare

Dal punto di vista turistico il centro nevralgico della Costa Smeralda è Porto Cervo la località più famosa dell’area. Porto Cervo si sviluppa su un fiordo dove sorge un porto turistico tra i più trafficati al mondo, collegato da un ponticello di legno alla centrale Piazzetta. A nord della baia si trova Porto Cervo Marina, il nuovo porto turistico. Ogni anno migliaia di turisti e VIP, attraccano con i loro fastosi yacht nelle vicinanze delle rive per godere di un mare che non ha nulla da invidiare alle più esotiche spiagge caraibiche.

La Costa Smeralda e più di tutte Porto Cervo è una località di tendenza brulicante di negozi alla moda ed eleganti quartieri residenziali molto conosciuti a livello nazionale e oltre tra cui meritano di essere citati Pevero Golf, Romazzino, Cala di Volpe, Piccolo Pevero, Pantogia. È solito far rientrare nel territorio della Costa Smeralda, anche se non comprese tra le aree appartenenti al Consorzio Costa Smeralda, anche i centri di Abbiadori, Porto Rotondo, Baja Sardinia e Cannigione.

Arzachena è il centro più interessante dal punto di vista archeologico. I reperti archeologici venuti alla luce nella zona dimostrerebbero che Arzachena ha radici neolitiche.

Dal punto di vista naturalistico della  merita di essere citato lo Stagno dei Saloni. Lo Stagno dei Saloni ospita un ricco manto vegetativo composto principalmente dalle specie tipiche del luogo e un patrimonio faunistico di grande valore. Tra le piante di maggior interesse spiccano il mirtillo, le cannucce d’acqua, l’olivastro, il rovo, i gladioli, le orchidee, i narcisi, il salice. La fauna comprende una grande varietà di uccelli quali l’airone, il falco della palude, il germano e il martin pescatore, la testuggine di fiume, ec..

Le cose da fare  in Costa Smeralda sono veramente tante, godersi il sole nelle bellisime  spiagge di Capriccioli e Spiaggia Rosa dell’Isola di Budelli, visitare il Parco Internazionale Bocche di Bonifacio, il Parco Nazionale dell’Arcipelago de La Maddalena, immersioni subacquee, trekking, escursioni a cavallo e speleologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.